Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Presentazione del libro "I gigli della memoria" e mostra fotografica su L'Aquila

Pistoia, 13/04/2013

Quei Gigli di ferro battuto, che caratterizzano alcuni angoli storici di una splendida città come L'Aquila, sembrano essersi trasferiti, per poche ore, nella nostra cara Pistoia dove sono stati accolti da un nutrito gruppo di persone accorse all'evento di quest'oggi alla biblioteca San Giorgio.

È stato tutt'altro che freddo questo incontro perché i cittadini aquilani, i gigli viventi, hanno trasmesso con naturalezza l'emozione che sgorga dai tristi ricordi narrati - descritti nel libro presentato-, ma anche la speranza di vedere una città, la propria, risorgere da quelle macerie che ancora oggi odorano di dimenticanza.

Non è stato certo solo uno scambio tra chi conosce un evento del genere e gli spettatori poco informati; è stato un vero e proprio ripercorrere, seppur breve, le memorie di chi gli eventi li ha vissuti e tutt'ora ne vive le conseguenze drammatiche, come ha sottolineato la Dott.ssa Patrizia Tocci - curatrice del testo -.

Quell'ulteriore quarto d'ora di immagini e parole, racchiuse nel video realizzato dalla stessa curatrice, è andato a dar completezza ad un quadro che, per assurdo in questi quattro anni, poche volte è trasparso dai media in questa maniera così toccante e vera

E' stato un po' come se ognuno di noi, quest'oggi, fosse stato catapultato per le vie desolate di una zona invalicabile, come quella "Rossa" de L'Aquila, ed avesse vissuto l'abbandono e la distruzione che sono ancora presenti nel centro storico della città.

I racconti letti e gli interventi dei "Gigli" hanno permesso tutto questo andando a sensibilizzare il pubblico assorto nell'ascolto di questa vicenda che, purtroppo, non è ancora possibile archiviare nella memoria.

Le foto dei quattro soci del nostro GFP (Daniela Danelli, Daniele Tirenni, Gaetano Severini, Marco Innocenti) sono una preziosa accoglienza per l'evento di oggi che speriamo vivamente possa avere repliche in giro per il nostro paese.

E' doveroso ringraziare la Dott.ssa Tocci ed i cittadini aquilani che l'hanno accompagnata, nonché tutti coloro che sono intervenuti, augurando sentitamente che si possa vedere quanto prima rifiorire quei Gigli splendidi nella città de L'Aquila.

articolo di Errol Falbo


foto di Luca Brancolini


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna