Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Mostra collettiva NERO - dal 14 al 28 settembre

alt

NERO, il senso di una mostra

Se in fisica un corpo nero è l'oggetto ideale ad assorbire la radiazione elettromagnetica incidente, per cui non riflette né trasmette alcuna energia, per definizione il nero è l'insieme di tutti i colori, anche se ne è esattamente l'assenza poiché è l'impressione visiva quando nessuna luce raggiunge l'occhio. Per questa negazione dei colori, sinonimo della vita, nella nostra cultura il nero è diventato simbolo di paura, disperazione, sofferenza, morte; e appunto per questo ci aiuta a descrivere la collera, una notte buia, gli illeciti commerci di un mercato clandestino, un futuro senza speranza, una giornata funesta, una profonda crisi economica, l'addensarsi di cupi nuvoloni nel cielo, il compenso per un lavoro occulto, un pessimo umore, un periodo particolarmente infausto. Insomma, nel nostro modo di pensare il nero rappresenta la rinuncia, la capitolazione, l'abbandono e il limite assoluto oltre cui c'è il nulla.

Nel gioco del biliardo il nero è il colore della bilia numero 8 (l'ultima a andare in buca, ché se accade prima, determina l'immediata sconfitta) mentre in quello delle carte è la presenza del temuto Uomo Nero a inquietare i giocatori. Nel mazzo dei tarocchi la Luna Nera si rivela la carta più pericolosa e non è certo un caso se anche in astrologia rappresenta i lati oscuri dell'animo umano. Nell'automobilismo è ancora nera la bandiera che segnala l'esclusione dalla corsa mentre nel ciclismo la maglia nera è mestamente riservata all'ultimo classificato. E se la superstizione si è avvalsa del nero per attribuire sembianze diaboliche ai gatti di quel colore che arcaiche credenze associano all'oscurità, anche malefiche magie si fregiano di tale appellativo. Infine, oltre a identificare con questo colore una precisa ideologia politica, è nero persino il buco in cui (metaforicamente) si perdono i vani sogni di giustizia e verità.

Ma il nero è anche la tonalità con cui Qualcuno, scegliendo su un'incredibile tavolozza, ha voluto più scura la pelle di molti popoli; e non è certo il casuale simbolo dell'eleganza, della moda e di floridi conti in banca, esatto contrario di quelli in rosso. Nero è ancora il gallo, storico simbolo del Chianti; mentre l'immaginazione ha rafforzato l'alone misterioso di mitici personaggi della fantasia connotandoli proprio con quel colore: il Cavaliere nero, il Corsaro nero, Zorro, Furia, Batman, Diabolik, Men in Black, The Blues Brothers, ecc.

Consapevoli di ciò noi, appassionati fotografi, abbiamo affrontato con motivazioni diverse questo colore presente sui corpi macchina, sugli obiettivi, sulle desuete pellicole fotografiche e sui tecnologici sensori dell'era digitale, meravigliose e minuscole lavagne per la mente, sulle quali fissiamo l'armoniosa gamma tonale delle nostre emozioni.

 

Carlo Bartolini


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna