Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

L'infinito viaggiare - Paola Rossi ci presenta il suo progetto

Nella serata del 3 maggio 2019 abbiamo un'ospite da Imola, Paola Rossi che ci presenta un suo progetto esposto a Perugia in occasione del Perugia Social Photo Festival 2018, "l'infinito viaggiare".

"l’infinito viaggiare" è un progetto che parla di un viaggio.

Ma quanto si vuol raccontare e vedere non è un viaggio in particolare. È una storia fatta di luoghi, di incontri, di passioni, di dettagli che diventano spazi infiniti dove la propria intimità si perde.
Non sempre si sceglie dove andare, come viaggiare e perché. Ma semplicemente si parte, con la sola voglia di scoprire un nuovo sguardo verso tutto quello che si incontra.
Un viaggio interiore è più di un’esplorazione di un territorio sconosciuto dove in ogni luogo e momento manteniamo una capacità di apertura al nuovo, insieme ad un senso di stupore. Dove ciò che conta è la capacità di meravigliarsi di nuovo e ancora di nuovo.
Si sviluppa una capacità di persuasione, di vivere ogni attimo e non solo quelli eccezionali. Si è disponibili a digressioni, soste e deviazioni improvvise. Si vive persuasi, come davanti al mare.
In un viaggio vissuto in tal modo i luoghi diventano insieme tappe, soste fugaci o radici che inducono a sentirsi a casa nel mondo. Il noto e il familiare vengono riscoperti e arricchiti, come premessa dell’incontro, della seduzione e dell’avventura.

Paola Rossi


Paola Rossi nasce in un piccolo paese di montagna in provincia di Belluno nel 1977. Dopo la laurea in Chimica e un Master in comunicazione e educazione ambientale collabora con Istituti pubblici nell'ambito della progettazione partecipata. Il viaggio fa parte della sua vita fin da giovane. Per lavoro e temperamento si sposta e risiede in diverse città.
Nel 2008 decide di vivere a New York per quasi un anno. Un’esperienza che cambierà profondamente il suo modo di vivere e vivere nel mondo.
Da quel momento ogni cosa diventa affascinante da osservare. Curiosa di ogni forma di espressione l’autrice solo nel 2014 compra la sua prima macchina fotografica ed inizia a fissare con immagini l’incanto del suo sentire di fronte a luoghi ordinari che sono diventati allestimenti, mostre personali e collettive in alcuni eventi in Italia. Attualmente vive a Imola ed è docente di matematica e scienze.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna